Jannu : eppur si muovono !

E’ il Primo Aprile.

Dmitry Golovchenko e Sergey Nilov , coppia di straordinari alpinisti russi – già vincitori del Piolet D’Or nel 2017 per l’incredibile nuova via aperta sulla parete Nord del Thalay Sagar, “Moveable Feast” , una goccia a piombo – sono al 16mo giorno di permanenza sullo Jannu (7710mt) . 

Sono riusciti nella straordinaria impresa di scalare l’inviolata parete Est, dopo per poi uscire sulla cresta SE a circa 7400 metri e cominciare la discesa 11 giorni faticosissimi , di cui gli ultimi 4 passati sopra ai 7000 metri sotto nevicate copiosissime che li hanno costretti a fermarsi lungamente.

Stamattina , alle 12 ore locali , mountain.ru riferisce che Eliza Kubarska – alpinista e regista polacca, che è aggregata alla spedizione per girare un film – e che ora guida il team di soccorso che si è spostato sul versante Sud per attendere i due, ha annunciato :

Abbiamo trovato il passaggio dalla sella fino alla base del ghiacciaio [dove aspetteranno il duo]. Le difficoltà maggiori sono alle spalle. I ragazzi sono al Col des Jeunes a circa 6050 mt”

Ricordiamo che i due hanno attaccato la parete Est senza un’adeguato acclimatamento , ragione che ha convinto il terzo partecipante al team , il polacco Marcin Tomaszweski a ritirarsi, ritenendo troppo elevati i pericoli (valanghe, maltempo, scarsa acclimatazione). I due scalano in stile alpino, hanno finito le riserve di cibo e gas nel corso della discesa.

Un’ Odissea incredibile, una prova di resistenza sovrumana, che tutti auspichiamo chiudersi positivamente entro brevissimo.

La notizia di oggi è molto positiva !

 

posizione approssimativa 1 Aprile

Jannu East Face
Jannu East Wall progression / demchenko alpine club Moscow

Leave a Reply